ZTL, CONFCOMMERCIO: NUOVO ASSESSORE VECCHIO ATTEGGIAMENTO AUTORITARIO E NON COLLABORATIVO

ZTL, CONFCOMMERCIO: NUOVO ASSESSORE VECCHIO ATTEGGIAMENTO AUTORITARIO E NON COLLABORATIVO

“Dobbiamo purtroppo rilevare come il cambio dell’Assessore alla Mobilità del Comune di Roma non abbia portato ad una svolta nella modalità di approccio alle problematiche della città: infatti anche il nuovo Assessore Pietro Calabrese si è presentato con un atteggiamento autoritario e falsamente collaborativo”.

È quanto dichiara il presidente di Confcommercio Centro Storico, David Sermoneta, dopo la riunione del tavolo per la mobilità del Centro.

“Siamo ormai stati privati – prosegue Sermoneta – del diritto al lavoro da una delirante ideologia ecologista ‘de noantri’ che non rispetta niente e nessuno: noi non abbiamo mai messo in discussione il provvedimento nel merito ma l’inaccettabile mancato studio di una mobilità alternativa.

I romani e i turisti non possono infatti essere obbligati ad accedere al centro di Roma unicamente attraverso gli scadenti servizi Atac in nome di una miope politica autoreferenziale. Abbiamo più volte chiesto l’istituzione di un servizio navetta che colleghi i tre grandi parcheggi di Villa Borghese, Via Ludovisi e Piazza Cavour con il Tridente: richiesta mai presa in considerazione.”

“Da mesi – conclude Sermoneta – il commercio dell’intero Centro Storico è pesantemente danneggiato dalla chiusura delle stazioni metro di Repubblica, Barberini e Spagna e dalla chiusura delle scale mobili che collegano il parcheggio di Villa Borghese con Piazza di Spagna. Nulla è stato fatto per alleviare tale situazione e le nostre legittime proteste trattate sempre con fastidio e disprezzo. Questo atteggiamento non è adeguato a chi dovrebbe rappresentare le istituzioni romane con capacità professionali e dialogative di ben altro spessore.”