Si conclude il 30 giugno 2020 il progetto “ZERO MOLESTIE SUL LAVORO”, sviluppato da un Team di lavoro nato all’interno del Gruppo Terziario Donna Confcommercio Roma e finanziato dalla Camera di Commercio di Roma.

zero-molestie

Il progetto ha ricevuto il Premio Nazionale Terziario Donna Confcommercio 2019, consegnato a Palermo il 26 ottobre 2019

Il progetto, a cui hanno aderito quattro imprese di diverse dimensioni, dalla grandissima alla piccola, ha coinvolto le aziende partecipanti in una serie di attività finalizzate a identificare un percorso di buone pratiche e comportamenti virtuosi da adottare in azienda per prevenire le molestie nei luoghi di lavoro.

‘MOLESTIA’ SUL LUOGO DI LAVORO

Partendo dal problema definitorio di cosa può e di cosa non può essere considerata MOLESTIA, ed attenendosi a quanto specificato dalla normativa nazionale ed internazionale, il progetto ha inteso considerare molesti:

tutti quei comportamenti ostili, ingiusti e ingiustificati, verso qualunque persona, che mirano a provocare — o sono suscettibili di provocare — danni fisici, psicologici o economici violando la dignità di una lavoratrice o di un lavoratore creando un clima intimidatorio, ostile, degradante, umiliante o offensivo tale da compromettere il benessere personale, lo sviluppo di carriera e quindi la produttività aziendale. L’elemento certamente determinante della molestia è, quindi, l’essere indesiderata.

LE ATTIVITÀ PREVISTE DAL PROGETTO

1 . FASE PROPEDEUTICA: LA CONOSCENZA – Questa prima fase è stata indispensabile per comprendere lo ‘stato dell’arte’ nell’ambiente di lavoro di ciascuna impresa e per valutare il livello di consapevolezza in materia di molestie all’interno di ogni organizzazione. La valutazione è stata compiuta tramite gli strumenti e le attività individuati dal Team di esperti del progetto.

2. FORMAZIONE E INFORMAZIONE – Successivamente, sono state sviluppate adeguate attività di informazione e formazione rivolte al management e ai lavoratori di ogni azienda coinvolta, al fine di sensibilizzarli su una cultura di rispetto consapevole nel proprio ambiente di lavoro. La formazione è stata erogata con modalità in presenza per il management e in modalità e-learning per i collaboratori.

3. COSTRUIRE E PROMUOVERE POLITICHE POSITIVE – In questa fase, sono state individuate le azioni e le iniziative (buone pratiche) volte a favorire un ambiente di lavoro efficiente e coeso, incentrato sulla consapevolezza, sull’etica e sul rispetto.

4. RILASCIO DEL BOLLINO CERTIFICATO DA ENTE DI CERTIFICAZIONE ACCREDITATO – Le imprese che hanno portato a termine con successo le attività previste otterranno il bollino “Zero Molestie”, rilasciato da Uniter (Ente di certificazione accreditato).

5. COMUNICARE E CONDIVIDERE – Su questa pagina ufficiale del sito Confcommercio Roma dedicata al progetto “Zero Molestie”, abbiamo raccolto e condiviso gli esiti e tutte le informazioni inerenti al progetto ed altri contenuti di interesse in linea con il progetto stesso.

ANALISI SINTETICA DEI RISULTATI

All’esito del percorso effettuato, inclusi i colloqui di feedback intercorsi dopo la parte formativa e la disamina degli atti programmatici richiesti, il Team di progetto ha preso atto del completamento di tutte le attività previste da parte delle imprese coinvolte.

Le grandi società, connotate dalla caratteristica dimensionale e multinazionale, hanno dimostrato la facilità nell’utilizzo di team multifunzionali, nell’avere conoscenze e informazioni maggiori e dunque nel poter procedere con processi più strutturati sia per in fase di prevenzione delle molestie che in quella di risoluzione delle criticità. 

Le società piccole e medie si sono dimostrate un laboratorio molto interessante. Il Team è partito dall’esame di processo di autovalutazione delle singole realtà rispetto alle proprie performance sul tema delle molestie e, dopo aver declinato, per il periodo di riferimento del progetto, gli obiettivi operativi, consegnato il materiale e concordato le fasi del progetto, è passato alla fase di formazione/informazione seguita da quella della valutazione dei risultati.

BEST PRACTICE EMERSE

  • Sono state rafforzate le policy aziendali in materia di prevenzione e gestione dei comportamenti molesti sul posto di lavoro;
  • è stato dato rilievo alla costituzione di team di lavoro misti; 
  • sono stati redatti e/o migliorati i codici di condotta  con specifico riferimento alla non tollerabilità delle molestie; 
  • è stata svolta la formazione del management e dei dipendenti, 
  • è stato previsto un adeguato controllo sull’uso del linguaggio rispettoso anche nell’utilizzo della rete;
  • sono state previste specifiche politiche di etica pubblicitaria.

IL NOSTRO TEAM 

Scopri team di progetto

Clicca su ciascuno dei 5 banner per visualizzare e scaricare la rispettiva presentazione

NOTIZIE SUL PROGETTO

CONTATTI

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Claudio Cavese  
Cell. 392.9087000
E-mail c.cavese@confcommercioroma.it