ROMA | Prorogati al 31 luglio la disciplina oraria per le attività commerciali e il divieto di vendere alcolici e superalcolici, dalle 18 alle 7, presso esercizi di vicinato e distributori automatici

ROMA | Prorogati al 31 luglio la disciplina oraria per le attività commerciali e il divieto di vendere alcolici e superalcolici, dalle 18 alle 7, presso esercizi di vicinato e distributori automatici


Prorogato fino al 31 luglio, attraverso una nuova ordinanza della Sindaca Virginia Raggi, il divieto di vendita di bevande alcoliche già stabilito ne precedenti provvedimenti. In particolare è previsto lo stop alla vendita e all’asporto di bevande alcoliche e superalcoliche dopo le ore 18, e fino alle 7 del mattino successivo, nei cosiddetti minimarket, negli esercizi di vicinato e nei distributori automatici.

Escluse dal divieto enoteche e attività al dettaglio con codice ATECO 47.25 (che identifica le attività di commercio al dettaglio di bevande in locali specializzati).

In caso di violazione è prevista la sanzione amministrativa da euro 400 a euro 1000.


È stata inoltre prorogata, con un’altra ordinanza della Sindaca, sempre fino al 31 luglio, la disciplina sugli orari di apertura delle attività commerciali, artigianali e produttive già contenuta in analoghi precedenti provvedimenti.

Ricordiamo che la disciplina oraria prevede due sole fasce di apertura al pubblico.

PRIMA FASCIA
Gli esercizi di vicinato del settore alimentare, le medie e grandi strutture di vendita del settore alimentare, i panificatoridal lunedì al venerdì, dovranno osservare la PRIMA FASCIA ORARIA DI APERTURA AL PUBBLICO: dalle ore 5.00 alle ore 8.15

SECONDA FASCIA
I laboratori non alimentari, svolti in forma artigianale e non, gli esercizi di vicinato del settore non alimentare, le medie e grandi strutture di vendita del settore non alimentare, i Phone center – Internet point, sempre dal lunedì al venerdì, dovranno invece osservare la SECONDA FASCIA ORARIA DI APERTURA AL PUBBLICO: dopo le ore 9.15

Evidenziamo che la disciplina oraria si applica dal lunedì al venerdì, ad eccezione di giorni festivi e prefestivi anche infrasettimanali, in cui non dovranno applicarsi le fasce orarie indicate.

IN CASO DI ATTIVITÀ MISTA
Tutti gli esercizi commerciali che svolgono attività mista (settore  alimentare e non alimentare) possono scegliere discrezionalmente una delle fasce orarie di apertura al pubblico sopra descritte.

IN CASO DI PIÙ TITOLI ABILITATIVI
In caso di possesso di più titoli abilitativi relativi ad attività esercitate nello stesso locale, il titolare dell’attività può scegliere l’orario di apertura al pubblico nell’ambito delle fasce orarie in cui sono ricomprese le attività corrispondenti ai titoli stessi o dell’orario di apertura del titolo relativo ad attività non disciplinata dalla presente ordinanza.

CENTRI COMMERCIALI
Le disposizioni dell’Ordinanza si applicano anche agli esercizi commerciali e artigianali inseriti all’interno dei Centri Commerciali

Maggiori dettagli >


Nessuna novità per i varchi ZTL della Capitale che restano attivati.