Dalla Regione Lazio 4 milioni in più per lo scorrimento dei ristori alle realtà culturali e sportive

Dalla Regione Lazio 4 milioni in più per lo scorrimento dei ristori alle realtà culturali e sportive

In arrivo un’importante novità per teatri, associazioni culturali e di promozione sociale e associazioni e società sportive dilettantistiche della Regione Lazio: grazie all’apporto di fondi POR FESR 2014-2020 per oltre 4 milioni di euro, sarà possibile effettuare lo scorrimento delle graduatorie relative agli avvisi pubblici di dicembre, gestiti da LAZIOcrea S.p.A., per la concessione di contributi una tantum a fondo perduto.


Grazie ai fondi POR FESR 2014-2020 verranno destinati dunque:

  • circa 2,8 milioni alle associazioni culturali e alle associazioni di Promozione Sociale operanti nell’ambito culturale e di animazione territoriale per i quali sono state presentate 2.078 domande di cui 615 ristorate con il primo stanziamento;
  • circa 1,2 milioni alle associazioni sportive dilettantistiche e alle società sportive dilettantistiche al cui avviso hanno preso parte 4.006 soggetti di cui 1168 già finanziati;
  • 119 mila euro ai gestori di spazi teatrali di cui sono stati finanziati già 53 teatri sui 60 ammissibili a finanziamento.

Con gli 1,7 milioni di euro iniziali, invece, la Regione Lazio ha già  provveduto a ristorare tutti i 64 cinema che avevano presentato domanda di contributo e che erano risultati ammessi tra i beneficiari.

Questi 4 milioni di euro si aggiungono dunque alle risorse stanziate alla fine del 2020: 4 milioni per le associazioni culturali e di promozione sociale, che hanno potuto usufruire di un contributo una tantum a fondo perduto pari a 5.500 euro o 9mila euro qualora sostenessero anche il costo di uno spazio per lo svolgimento delle proprie attività; 2 milioni per le associazioni e società sportive dilettantistiche (ASD e SSD) che hanno potuto ottenere 1.000 euro o 2.000 euro qualora, anche in questo caso, sostenessero il costo derivante dalla gestione di uno spazio dedicato alle attività sportive come palestre, piscine e campetti; 1,3 milioni per i gestori degli spazi teatrali del Lazio che hanno potuto richiedere da 12 mila a 53 mila euro a seconda del numero di posti.