L’allarme dei commercianti «Niente cassonetti da Ama»: i rifiuti finiscono per strada| IL MESSAGGERO ROMA

L’allarme dei commercianti «Niente cassonetti da Ama»: i rifiuti finiscono per strada| IL MESSAGGERO ROMA

Denuncia Fipe sulla differenziata: al 75% dei locali Ama non ha fornito i contenitori. Ma i negozianti lamentano anche la raccolta a singhiozzo degli operatori.


Bar e ristoranti che attendono ancora la consegna dei bidoncini dove buttare i rifiuti. La stragrande maggioranza degli operatori che non può tenere all’interno dei propri locali i contenitori e deve lasciare in strada cartoni, bottiglie se non resti di alimenti. Mentre il calendario della raccolta è a dir poco aleatorio. Sono questi i risultati, a dir poco sorprendenti, di una ricerca che la Fipe-Confcommercio di Roma ha realizzato interpellando gli esercenti del Centro e delle zone limitrofe. Uno scenario – è inutile dire preoccupante – che il presidente Sergio Paolantoni ha consegnato all’amministratore unico di Ama, Stefano Zaghis e che ha spinto la municipalizzata ad aprire un tavolo con le categorie per migliorare il servizio destinato alle 132mi1a Und (utenze non domestiche) e ideare un nuovo sistema di pagamento della Tari più legato all’immondizia prodotta.

Paolantoni ha chiesto a Zaghis «soprattutto di garantire una regolare raccolta dei rifiuti, soprattutto adesso che viene il caldo e la spazzatura non può essere lasciata all’aperto».



CONTATTI FIPE CONFCOMMERCIO ROMA

Tel: 06. 68437265
Email: fipe@confcommercioroma.it
Indirizzo: Via Marco e Marcelliano 45 00147 Roma
Sito Federazione Nazionale: www.fipe.it