IMPRESE CULTURALI E CREATIVE A ROMA: CRESCE LA FIDUCIA

IMPRESE CULTURALI E CREATIVE A ROMA: CRESCE LA FIDUCIA

Confcommercio Roma ha presentato stamattina i risultati dell’indagine ‘La cultura che crea valore’, facendo il punto sul “sentiment” delle imprese culturali e creative e sui consumi degli italiani, con un focus sulla Capitale.

La ricerca è stata realizzata da ConfcommercioImprese per l’Italia e Agis in collaborazione con Formato Reasearch.  Alla presentazione dello studio ha partecipato il Vicesindaco di Roma Luca Bergamo.

Dopo alcuni anni di difficoltà, cresce il clima di fiducia delle imprese culturali e creative di Roma. Migliorano sia l’andamento economico (per il 13,2% nel 2016-2017 e in prospettiva il 31% nel 2018-19) sia i ricavi (per il 12,7% nel 2016-17 e per il 17,6% nel 2018-19).

Secondo l’indagine tiene l’occupazione anche per il prossimo biennio (per l’87,1%) e risulta in ripresa la capacità di far fronte al fabbisogno finanziario (per il 13% nel 2016-17). “Per oltre tre imprese su dieci il costo della burocrazia e le politiche pubbliche inadeguate sono i principali fattori di ostacolo alla crescita del settore”, si spiega.

Capitolo pagamenti: “Negli ultimi due anni sono peggiorati i tempi di pagamento della pubblica amministrazione verso le imprese culturali creative romane (41,5% ovvero un +5% rispetto al dato nazionale)”. Tra le criticità e gli ostacoli alla crescita vengono annoverati nello studio in primis i costi della burocrazia: ben l’81,1% delle imprese interpellato non considerano “sopportabile” il costo della burocrazia.

Per maggiori dettagli sui risultati dell’indagine clicca qui >>

Renato Borghi, commissario Confcommercio di Roma, ha sottolineato: “E’ positivo il trend dei consumi culturali. Il giudizio dei consumatori è positivo per l’offerta complessiva sia pubblico sia privato. Le imprese lamentano due eccessi: pressione fiscale e burocrazia. Dalla ricerca emerge sentiment positivo per il futuro”.

Valerio Toniolo, dell’ufficio presidenza Agis, ha commentato: “Sono stati anni difficili, in cui l’andamento delle imprese ha avuto una grandissime difficoltà, ma c’è grande fiducia nel futuro”.

Per sfogliare la RASSEGNA STAMPA clicca qui >>

Guarda il servizio del TGR Lazio >>