Confcommercio: saldi, previsioni confermate

Confcommercio: saldi, previsioni confermate

In una Capitale d’Italia con il business commerciale ed economico in crisi, con le imprese che abbandonano la città, l’apertura dei saldi diventa un momento di speranza, di aspettativa per tanti negozianti del centro storico e della periferia.

La stagione degli sconti si è aperta da poco più di venti giorni e a stilare un primo bilancio del trend è stato il Commissario di Confcommercio Roma, Luca Tascio: “Le prime due settimane di saldi, che storicamente sono quelle in cui si registra la gran parte dell’incasso e viene venduta oltre la metà della merce in saldo – sottolinea a Il Caffè di Roma -, sono andate secondo le previsioni”.

Il commissario di Confcommercio Roma fornisce qualche numero sul fenomeno economico in atto: “E’ stata confermata, quindi, la spesa di 230 euro a famiglia, e l’assenza di quelle file fuori dai negozi che eravamo abituati a vedere prima che il fenomeno dei pre-saldi e quello delle vendite on line facessero diminuire l’attenzione verso il tradizionale appuntamento con le promozioni”, spiega ancora Tascio. Qualche segnale positivo sembra esserci ma è pur sempre poca roba: “Si è registrato poi un leggero incremento delle vendite, che però – aggiunge il Commissario di Confcommercio Roma – non raggiunge la doppia cifra, sui capi estivi. Dato questo dovuto al maltempo che fino circa un mese fa ha lasciato praticamente invenduto tutto il campionario di stagione”. Vedremo nel mese di agosto come proseguirà la stagione dei saldi estivi.

Il Caffè di Roma 25/07/2019 >>