SICUREZZA E COMMERCIO 2.0: INTESA TRA ROMA CAPITALE E FEDERPREZIOSI CONFCOMMERCIO ROMA

SICUREZZA E COMMERCIO 2.0: INTESA TRA ROMA CAPITALE E FEDERPREZIOSI CONFCOMMERCIO ROMA

Sicurezza collettiva e nuovi canali di business per le eccellenze orafe. Sono i due grandi temi della sinergia fra Roma Capitale e Federpreziosi Confcommercio Roma, che riunisce le imprese orafe, gioielliere, argentiere e orologiaie della Capitale e della Provincia, una rappresentanza pari al 7,4% dell’intero comparto nazionale.
Cornice dell’intesa, le recenti linee guida per l’attuazione della sicurezza urbana, che prevedono – previo accordo tra Comune e Prefettura – la possibilità di sgravi fiscali ai privati per l’acquisto e l’ammodernamento dei sistemi di video-sorveglianza, in vista di una messa in rete delle apparecchiature che possa essere utilizzata anche da Polizia Locale, Polizia di Stato e Carabinieri.

Una “tutela innovativa” a doppia valenza: per la cittadinanza da un lato, protetta da una nuova frontiera del controllo territoriale condiviso con le Forze dell’Ordine, per le 1.413 gioiellerie rappresentate dall’altro, particolarmente interessate alla tutela in virtù del valore delle merci trattate.
Incentivi, questi, chiaramente estendibili anche alle altre categorie del commercio che vogliano aderire all’iniziativa.
Il tutto, nel segno dell’innovazione – canale preferenziale dello sviluppo collettivo – che rappresenta il secondo focus dell’interazione fra Roma Capitale e Federpreziosi Confcommercio Roma, fra i protagonisti del prossimo lancio sul web delle eccellenze artigiane “Made in Rome”.

“Sicurezza e sviluppo economico sono le due facce di una stessa medaglia, da far brillare con l’innovazione. Un’avanguardia necessaria, che anche in questo caso si traduce in vantaggi per tutti: per cittadini ed esercenti, che possono contare su un nuovo livello di sicurezza partecipato dalle Forze dell’Ordine, e per l’eccellenza produttiva locale, che anche in fatto di oreficeria si prepara a conquistare il web sui market place del Made in Rome”, dichiara Carlo Cafarotti, Assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale.

“La sicurezza è un tema fortemente sentito non solo dai nostri gioiellieri, ma da tutta la collettività. In tal senso, l’intervento del Comune di Roma può essere decisivo, a fronte dell’ottenimento di sgravi fiscali per rinnovare e mettere in rete i sistemi di videosorveglianza attualmente in uso ai nostri negozianti e agli altri esercizi commerciali capitolini. Notevole, dal punto di vista commerciale, l’impatto della proposta di valorizzazione delle eccellenze artigiane capitoline, tra cui quelle orafe, attraverso vetrine virtuali in grado di offrire al navigatore le medesime sensazioni di una visita ‘fisica’ a Roma, quasi passeggiasse per quella determinata strada, diretto a quel particolare negozio. La nostra presenza online può ‘regalare’ ad acquirenti dall’altra parte del mondo, la sensazione di immergersi nella vita quotidiana dei maestri artigiani, scoprendo la storia ma anche la cultura insita nel gioiello presentato”, commenta Pierpaolo Donati, Presidente di Federpreziosi Confcommercio Roma.

“Una bella opportunità per migliorare le nostre performance e farci conoscere da un pubblico sempre più vasto”, aggiunge Steven Tranquilli, direttore nazionale di Federpreziosi, anche lui presente all’incontro istituzionale fra le parti.