Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti da questo sito e per ottimizzare l'esperienza dell'utente.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Contraffazione, grande successo per lo spettacolo inchiesta "Tutto quello che sto per dirvi è falso".

5500 gli ospiti presenti in sala per assistere allo spettacolo inchiesta organizzato da Confcommercio Roma, in occasione del suo 70° anniversario, “Tutto quello che sto per dirvi è falso”.

Rappresentanti delle Istituzioni, Forze dell'Ordine, Istituti scolastici ed esponenti del mondo imprenditoriale nazionale e territoriale, hanno dimostrato tutti massima attenzione ed interesse nei confronti di una battaglia, quella contro la contraffazione, che la Confcommercio Roma ha posto in cima ai programmi della sua agenda

La produzione ed il commercio dei falsi negli ultimi anni hanno visto una crescita esponenziale del giro d’affari a discapito del tessuto produttivo sano: il business della contraffazione in Italia è stimato intorno ai 6,5 miliardi di euro; sottrae ogni anno circa 110 mila posti di lavoro regolari e, nel mondo, costringe 115 milioni di bambini sotto i 14 anni a lavorare invece di andare a scuola. Ed è su questo cono d'ombra che la nostra Organizzazione in questi anni si è impegnata a fare luce.

“Quello della contraffazione – ha detto il presidente di Confcommercio Roma Rosario Cerra - è un business a 360 gradi che prospera in molti settori del commercio, dall’agroalimentare alla moda, dalla farmaceutica alla meccanica e molti altri. L’abusivismo, inoltre, è il principale veicolo attraverso cui viaggia la contraffazione. E’ evidente che il problema riguarda anche il decoro e la qualità stessa del commercio che ogni giorno viene sminuita e svestita dei valori della legalità e della corretta concorrenza”.

“Per sensibilizzare al massimo l’opinione pubblica – ha dichiarato Cerra - per la prima volta, abbiamo voluto affidare al linguaggio teatrale un messaggio dal forte impatto economico e sociale, organizzando uno spettacolo inchiesta in grado entrare nelle pieghe del business dei falsi, ricostruendone la lunga filiera controllata dalle mafie che parte dalla produzione, passa attraverso lo stoccaggio ed arriva fino alla distribuzione. E la nostra intuizione è stata confermata dal numero dei presenti in sala: lo spettacolo ha riscosso un grande interesse di pubblico e sono convinto che da domani chiunque voglia acquistare dei falsi ci penserà due volte".

“L’obiettivo comune – ha concluso il presidente di Confcommercio Roma e Lazio - deve essere quello di mettere in atto misure efficaci di contrasto per sconfiggere una piaga sociale ed economica, coinvolgendo il maggior numero possibile di persone tra istituzioni, consumatori, imprenditori, forze sociali, scuole e università".

  • 9
  • 1
  • 2b
  • 3
  • 5
  • 8
  • 4
  • 6
  • 7
  • 11
  • 12