Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti da questo sito e per ottimizzare l'esperienza dell'utente.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

CONFCOMMERCIO, NOSTRO IMPEGNO PER GESTIONE IMPRESE SEQUESTRATE E CONFISCATE

“Purtroppo i fatti di cronaca delle ultime settimane testimoniano come ancora oggi, nonostante l’intensa e proficua attività giudiziaria, i fenomeni delle mafie e quelli legati alle infiltrazioni malavitose nelle attività imprenditoriali siano presenti nel tessuto sociale e produttivo del nostro territorio.”

É quanto dichiara il Commissario di Confcommercio Roma, Renato Borghi, firmando il protocollo d’intesa per la gestione dei beni sequestrati e confiscati. “Per cercare di sconfiggere questa vera e propria ‘piaga’ della nostra società – prosegue Borghi – é necessario che tutti, dalle Istituzioni alle parti sociali e produttive facciano la propria parte e per questo Confcommercio Roma, con la firma odierna metterà a disposizione, anche alla luce dell’accordo sottoscritto con l’Associazione Manageritalia Roma e con la collaborazione di imprenditori esperti come quelli aderenti all’associazione 50 & Più, la professionalità di titolari di azienda e di manager formati sul campo - in affiancamento agli Amministratori Giudiziari - per la valutazione e la gestione delle imprese del terziario sequestrate o confiscate”. 

“L’obiettivo – conclude Borghi – é che anche grazie al nostro intervento – le attività sottoposte a misure giudiziarie riescano a rientrare in quel tessuto sano e virtuoso dell’imprenditoria, l’unico che può garantire lo sviluppo economico del territorio che da sempre Confcommercio rappresenta”.